Storia dell'Impresa e della Finanza - a.a. 16/17

Titolare: Maggioni Vincenzo

 

Programma del corso

Il corso approfondisce i temi fondamentali della Storia dell’Impresa e si propone l’obiettivo di fornire gli strumenti necessari per la conoscenza delle metodologie e dei caratteri della Business History. In particolare il corso si concentra l’attenzione sulla figura dell’imprenditore, attraverso un percorso teorico che prende in considerazione l’evoluzione del fenomeno dell’imprenditorialità dalla tradizione continentale e dalla scuola anglosassone e arriva a una disamina della moderna industriale. Particolare attenzione verrà data al processo di industrializzazione, prendendo in considerazione le trasformazioni epocali che comportano la “prima rivoluzione industriale” e la “seconda rivoluzione industriale”. Il corso, inoltre, prenderà in considerazione l’impatto sulla nostra società contemporanea dalla “terza rivoluzione industriale” e delle nuove tecnologie, arrivando, quindi, alle più recenti e complesse sfide che impone la globalizzazione. Inoltre il corso affronta i cambiamenti delle strutture, delle dimensioni e delle strategie d’impresa messe in relazione alle trasformazioni dei riferimenti sociali e istituzionali. Una prospettiva che si avvale di un approccio comparativo, osservando tali fenomeni nel lungo periodo e attraverso una visione globale, ma senza perdere di vista le singole realtà concrete collocate nel loro contesto di riferimento. Infine, il corso prende in esame gli elementi essenziali della storia del management, dell’imprenditorialità, del marketing, della contabilità, dell’impresa pubblica e della cultura d’impresa. I testi consigliati descrivono l’evoluzione dell’impresa e dell’organizzazione aziendale, sia dal punto di vista teorico, che dal punto di vista del contesto reale in cui essa opera, indicando le linee di un’analisi specifica delle prospettive attuali e future della materia.

Il corso intende favorire negli studenti di laurea magistrale:

a) lo sviluppo di conoscenze e capacità di comprensione e di apprendimento delle dinamiche teoriche ed evolutive del capitalismo manageriale, i mutamenti e le condizioni di specificità dei contesti macro-economici e del Sistema Paese;

b) lo sviluppo di capacità di comunicazione e di confronto attraverso un approccio diacronico, che tenda a connettere la dimensione micro-economica con quella macro, provando a far emergere il rapporto fra le decisioni dei singoli soggetti e le scelte degli attori istituzionali collocate nel loro contesto storico;

c) lo sviluppo di autonomia di giudizio e senso critico, utili per interpretare in maniera autonoma documenti, casistica e report utilizzati durante il corso, analizzando l’impresa come la realtà più importante sul mercato, colta non esclusivamente attraverso la teoria economica, ma con la problematizzazione della relazione fra fatti concreti e approcci analitici.

Nel corso s’individuano ed affrontano i seguenti argomenti:
- L’evoluzione dell'impresa industriale nel corso degli ultimi due secoli, attraverso una prospettiva di lungo periodo che punterà a fare emergere le continuità e le discontinuità del processo che coincide con la nascita dell’impresa moderna. Una particolare attenzione verrà data ai fenomeni relativi lo sviluppo tecnologico e le trasformazioni socio-istituzionali. Aspetti che caratterizzano l’approccio multidisciplinare del corso. Il tema della moderna impresa industriale è affrontato grazie ad un approccio comparativo fra “tra le tre regioni" che hanno guidato l'economia mondiale, Stati Uniti, Europa, Asia Orientale. L'analisi di casi aziendali sarà arricchita da uno studio approfondito delle imprese multinazionali e del loro impatto sulla globalizzazione, Tutto ciò aiuterà lo studente ad avere un atteggiamento critico nei confronti della varietà e della dinamica dei vari assetti di proprietà e di governance delle imprese e allo stesso tempo avere la capacità di progettare strutture di proprietà e di governance che possano contribuire allo sviluppo dell’azienda e al suo valore.

Metodologie didattiche

La didattica si basa sulla seguente articolazione:

- Lezioni frontali finalizzate ad impartire l'acquisizione delle conoscenze teoriche di base degli argomenti oggetto di programma mediante processi di apprendimento di tipo verticale con “trasferimento della conoscenza” basato su modelli.

Lezioni dialogate interattive prevedono il coinvolgimento diretto e partecipato degli studenti alle discussioni d’aula, finalizzate al miglioramento delle conoscenze e capacità di comprensione e comunicazione degli studenti mediante l’attuazione di pratiche di apprendimento cooperativo che prevedono l’esposizione di teorie, modelli concettuali e strumenti manageriali, invitando gli studenti a partecipare, con autonomia di giudizio: esprimendo idee, formulando domande, presentando esempi, richiamando casi concreti;

Seminari e Testimonianze aziendali con top manager ed imprenditori: gli studenti sono invitati a partecipare come relatori ospiti agli incontri tematici con adepti ed esperti conoscitori per approfondire, grazie alle loro esperienze imprenditoriali e professionali, specifici argomenti del corso e/o presentando una case history aziendale; tali incontri, arricchiti eventualmente da materiale didattico e di supporto, reso disponibile sul sito del docente, mirano a favorire riflessioni e spunti critici di ragionamento tra gli studenti, arricchendo di sapere pratico il carico nozionale teorico impartito durante il corso. Le testimonianze aziendali sono suscettibili di saranno oggetto specifico della prova finale del corso.

Simulazionigruppi di lavoro e case study: agli studenti che frequentano il corso, suddivisi in gruppi, verrà chiesto di affrontare un case study, attraverso il quale sono illustrati gli aspetti critici e le

peculiarità delle tematiche rispetto alla disciplina di riferimento oggetto del corso; gli studenti in gruppo, simulando un intervento professionale e/o consulenziale, procederanno ad inviare una relazione (nella quale si espongono le analisi effettuate e gli scenari valutati), ed una presentazione “Powerpoint”, successivamente presentata in seduta pubblica alla commissione, che saranno oggetto di valutazione in seduta di esame, garantendo allo studente il diritto di ricevere dei mini-punti bonus.

Presentazioni ed esposizione in aula: durante il corso sarà fornito materiale integrativo, storie e casi di successo, agli studenti, invitandoli a sviluppare brevi relazioni o ricerche d’indagine sui contenuti critici. I più interessanti contributi richiesto di presentarli in aula, con il coordinamento del docente, saranno oggetto di una discussione e un confronto in aula. Particolare enfasi viene dedicata alla coerenza fra contenuti esposti e abilità comunicative.

Studio individuale: agli studenti sono suggeriti alcuni libri di testo, video disponibili on line, siti web aziendali, funzionali allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento.

Metodi di valutazione

Per gli studenti che decidono di non seguire il corso, la valutazione finalescaturisce da una prova orale, di natura quali-quantitativa, in sede di esame che consterà nel rispondere a domande sia di natura teorica sia di natura pratica, attraverso l’applicazione dei modelli e degli strumenti, vertente sul programma e sui libri di testo consigliati.

Per gli studenti che decidono di seguire il corso, la valutazione finale sarà costituita da una serie di valutazioni intermedie, espresse sotto forma di mini-bonus, assegnati in occasione delle attività d’aula previste, eventualmente previsti dalla Cattedra anche attraverso testimonianze aziendali, al dibattito in occasione dei seminari tenuti da esponenti del mondo scientifico, economico ed imprenditoriale, e dalla valutazione dell'esame orale finale.

L’esame può essere superato solo nel caso in cui lo studente risponda in modo sufficientemente adeguato ad un numero di domande minime (domande soglia).

In entrambi i casi, durante la dissertazione orale, i candidati dovranno essere abili a dimostrare alla commissione di possedere:

a) comprovate conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche concernenti l’insegnamento oggetto del programma, avvalorando i processi, le teorie ed i modelli concettuali riconducibili agli aspetti tipici della Storia d’Impresa;

b) adeguate conoscenze e capacità di riflessione critica, rilevando le fattispecie ed i meccanismi di funzionamento del sistema Impresa, al fine di far emergere, coerentemente nelle risposte, le problematiche e le specificità organizzative e manageriali che contraddistinguono

l’impianto concettuale di riferimento;

c) buone conoscenze e capacità dialettali e comunicative, utili al candidato nell’esposizione verbale dei concetti e delle risposte, garantendo padronanza e sicurezza nel dibattito con la commissione, circa gli argomenti e le specificità da analizzare .

Testi di riferimento

TONINELLI P.A., Storia dell’impresa, Milano, il Mulino, 2012.

LEPORE A., Nuove prospettive per la storia d’impresa, in “Pecunia”, n. 11, 2010, pp. 105-133, <http://www3.unileon.es/pecvnia/pecvnia11/11_105_133.pdf>.

LEPORE A., Lineamenti di Storia del Marketing, in AA.VV., Nuovi percorsi della Storia economica, a cura di Mario Taccolini, Milano, Vita e Pensiero, 2009, pp. 215-271.

Materiale didattico aggiuntivo II corso è integrato con una serie di workshops e gruppi di lavoro sull’evoluzione dell’impresa contemporanea, le cui tematiche e modalità di svolgimento sono comunicate all’inizio dell’attività didattica

 

 

Program of course

The course explores the fundamental issues of Business History and aims to provide the tools necessary for the knowledge of the methods and history of the business character. In particular, attention is focused on the analysis of the entrepreneur - in its different continental and Anglo-Saxon sense - on the conduct of the entrepreneurship phenomenon and, above all, the evolution of the Industrial Enterprise - in the different theoretical conceptions, how in the concrete historical development - by relating the scenario of microeconomic business dynamics with the macroeconomic perspective of general trends. In this regard, it paints a picture of the phenomena connected with the process of industrialization, starting from the "first industrial revolution", then consider the new approaches of the "second industrial revolution" and the profound changes introduced by the "third industrial revolution", coming to the more recent and complex challenges posed globally. In addition, we explore the changes of the structures, the size and business strategies, changes in the social and institutional references, according to a comparative logic, observing these phenomena in both the long term and in a global vision, that more demarcated phases and in specific spatial contexts. Finally, they also consider the essential elements of the history of management, entrepreneurship, marketing, accounting, public enterprise and corporate culture, such as enrichment and implementation of the discipline. The course aims to encourage students in the Master of Science, by addressing the following topics:

- understanding and learning theoretical and evolutionary dynamics of managerial capitalism, the changes and the specific conditions of the macro-economic context and the national economy;

- dialogue through a diachronic approach, by understating which the interconnection between the micro-economic dimension with the macro, trying to bring out the relationship between the decisions of individuals and the choices of institutional actors placed in the historical context;

- analysing the company as the leading company in the market, not only through the classical economic theory, but with the problematization of capitalism, through with the relationship between concrete and analytical approaches facts.

- The evolution of industrial enterprise in the past two centuries, through a long-term perspective that will aim to bring out the continuities and discontinuities of the process that coincides with the birth of the modern enterprise. Particular attention will be given to the phenomena related technology development and the social and institutional changes. The theme of the modern industrial enterprise is addressed through a comparative approach between "between the three regions" that have driven the world economy, the US, Europe, East Asia. The analysis of business cases will be enhanced by an in-depth study of business multinationals and their impact on globalization, this will help the student to have a critical view of the variety and dynamics of the various structures of ownership and governance of enterprises and at the same time have the ability to design ownership and governance structures they can contribute to the development of the business and its value.

Teaching methods

The teaching of the courses combines a deep theoretical approach based on frontal and interactive lectures with Seminars and Testimonials with top executives and entrepreneurs of successful family business. Students are invited to participate as guest speakers to address specific questions of the course and/or submitting business case histories. Such meetings, possibly enriched by didactic material and support, made available on the teacher's website, aim to foster critical thinking and reasoning ideas among students.

Also provided are simulations, seminaries and class-room presentations which illustrates, through case-studies and company’s business presentations, the critical aspects and peculiarities of the issues with respect to the subject of the course reference discipline.

Evaluation methods

Non-attending Students

The exam stems from an oral assessment, with a quali-quantitative approach which will consist of answering questions by arguing on theoretical and practical aspects of the discipline, through the application of models and tools, relating to the program and recommended textbooks.

Attending Students

The final evaluation will consist of a series of interim evaluations (expressed in the form of mini-bonus points, awarded on the occasion of the classroom activities and seminaries) combined with a final oral assessment. Also seminars and testimonials held during the course could be possible elements of examination.

In both cases, the examination is considered passed only when the student responds in a sufficiently adequate manner to a minimum number of questions (questions threshold).

Textbook

TONINELLI P.A., Storia dell’impresa, Milano, il Mulino, 2012.

LEPORE A., Nuove prospettive per la storia d’impresa, in “Pecunia”, n. 11, 2010, pp. 105-133, <http://www3.unileon.es/pecvnia/pecvnia11/11_105_133.pdf>.

LEPORE A., Lineamenti di Storia del Marketing, in AA.VV., Nuovi percorsi della Storia economica, a cura di Mario Taccolini, Milano, Vita e Pensiero, 2009, pp. 215-271.

Other teaching material Lectures, Tutorials, Presentations of Case Studies, Project Works Simulation

   

  

cerca

Sei qui: Home Didattica insegnamenti 16-17 Storia dell'Impresa e della Finanza - a.a. 16/17