Diritto della Responsabilità Civile - a.a. 16/17

Titolare: Ciocia Maria Antonia

Programma del corso

Prequisiti e propedeuticità

Non sono previste propedeuticità, né particolari prerequisiti

ERC Keywords

SH2_8: Legal studies, constitutions, comparative law, human rights

Obiettivi del corso

Indicare i risultati di apprendimento attesi come riportati nei seguenti Descrittori di Dublino.

Capacità relative alle discipline:

- Conoscenza e comprensione del lessico giuridico specialistico e degli elementi caratterizzanti i principali istituti della responsabilità civile

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione all’inquadramento dei conflitti di interesse e alla ricerca di soluzioni giuridicamente fondate

Capacità trasversali

- Autonomia di giudizio: intesa come capacità di collegare le nozioni teoriche − apprese a lezione – alla realtà quotidiana, riconoscendo il ruolo delle regole giuridiche nel disciplinare la convivenza civile e la soluzione dei conflitti

- Abilità comunicative: si insiste sulla necessità di porre la massima attenzione sull’acquisizione del linguaggio tecnico-giuridico specialistico che va ad aggiungersi a quello di giuridico di base già acquisito nei corsi triennali.

- Capacità di apprendimento: è necessario che lo studente utilizzi tutti gli strumenti didattici messi a sua disposizione – lezioni frontali, manualistica, testi normativi, colloqui con il docente negli orari di ricevimento – al fine di acquisire una corretta metodica di inquadramento giuridico dei fatti della vita reale

Conoscenze e abilità da acquisire

Lo/la studente dovrà:

- conoscere i principali istituti della responsabilità civile; il corso mira all’acquisizione delle categorie logico/concettuali e degli strumenti ermeneutici su cui fondare non solo la conoscenza dell’ampio ambito della responsabilità civile ma, più ampiamente, l’organizzazione e l’applicazione pratica del ragionamento giuridico alle relazioni tra i privati, tra privati e P.A. e all’impresa generalmente intesa;

- essere in grado di affrontare e risolvere ipotesi tipiche di conflitto giuridico fra i portatori di interessi contrastanti.

Programma e contenuti dell’insegnamento

- La responsabilità civile: nozione e funzioni

1. La distinzione tra responsabilità per fatto illecito e responsabilità contrattuale

2. Responsabilità civile e responsabilità penale

3. Responsabilità politica e responsabilità amministrativa

4. Responsabilità disciplinare

5. Responsabilità patrimoniale

6. Responsabilità sociale d’impresa

- Le norme fondamentali: artt. 2043 e 1218 cod. civ. Confronto con i Principles of European tort law

- Il principio della colpa nella disciplina dei fatti illeciti

1. La colpa come criterio di imputazione della responsabilità extracontrattuale.

2. L’imperizia e l’evoluzione della responsabilità per colpa professionale.

- La lesione di un interesse giuridicamente rilevante (ovvero il danno ingiusto)

1. Il danno ingiusto: nozione

2. Il duplice significato del termine ‘danno’ nel contesto della disciplina dei fatti illeciti

3. La lesione dei diritti alla vita, all’integrità fisica e alla salute

4. La lesione dei diritti al nome, all’immagine, alla riservatezza, all’onore, alla reputazione e alla dignità anche nell’ambito di relazioni familiari

6. I legittimati ad agire per il risarcimento: danni riflessi da uccisione e lesioni personali

7. La legittimazione ad agire degli enti esponenziali di interessi collettivi: la class action

- La responsabilità contrattuale e i rimedi a disposizione del creditore danneggiato

1. I principi generali e le regole specifiche per i singoli contratti

2. L’impossibilità di adempiere dovuta a causa non imputabile come limite della responsabilità del debitore

3. La regola della diligenza e la specificazione in senso professionale

4. La buona fede contrattuale e la teoria dei doveri di protezione

5. Inadempimento contrattuale e rimedi a disposizione del contraente danneggiato

- La responsabilità per fatto altrui

1. La responsabilità per fatto dei minori e degli incapaci psichici

2. La responsabilità degli insegnanti per il fatto illecito degli allievi

3. La responsabilità del sorvegliante

- La responsabilità dell’imprenditore nell’esercizio dell’impresa

1. La responsabilità del datore di lavoro per fatto illecito dei dipendenti

2. La responsabilità del debitore per fatto degli ausiliari

- Responsabilità per danni cagionati da esercizio di attività pericolosa, da cose in custodia e da prodotto difettoso

1. Esercizio di attività pericolosa e danni da esposizione ad ambiente inquinante

2. Il principio dell’esposizione a pericolo

3. Il principio di precauzione e il danno ambientale.

Metodologie didattiche

(organizzazione della didattica)

La didattica si basa sulla seguente articolazione:

- Le lezioni, di 2 ore ciascuna, sono partecipate ed articolate con il coinvolgimento degli studenti; gli studenti, infatti, sono invitati a partecipare alla discussione con autonomia di giudizio, esprimendo idee, formulando domande, presentando esempi. La suddetta modalità è da preferirsi dal punto di vista didattico perché impegna lo studente attivamente sin dalla partecipazione alla lezione frontale, stimolando l’interazione e la riflessione.

- Testimonianze applicative: imprenditori, manager, rappresentanti istituzionali, docenti universitari, professionisti di consolidata esperienza, sono invitati a partecipare come relatori ospiti alla lezione, per approfondire, grazie alle loro esperienze professionali, specifici argomenti del corso e/o casi giurisprudenziali;

- Simulazioni, gruppi di lavoro e case study: gli studenti sono divisi in gruppi e affrontano un case study, sotto forma di testo consegnato dal docente, nel quale sono illustrate alcune situazioni “critiche” esemplificative delle tematiche oggetto del corso;

gli studenti in gruppo elaborano, simulando un intervento professionale e/o consulenziale, una presentazione esplicativa nella quale, individuano gli istituti giuridici di riferimento e li applicano, esponendo, poi, l’analisi giuridica effettuata e le soluzioni proposte.

- Presentazioni ed esposizione in aula: alcuni dei gruppi presentano in aula il lavoro svolto e sviluppano, con il coordinamento del docente, una discussione e un confronto fra le diverse ipotesi. Particolare enfasi viene dedicata alla coerenza fra contenuti esposti e abilità comunicative.

- Studio individuale: agli studenti sono suggeriti alcuni libri di testo e siti web giuridici, funzionali allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento.

Gli studenti sono seguiti individualmente nella preparazione dell’esame mediante l’attività di tutoraggio che si svolge durante l’intero anno accademico.

Metodi di valutazione

La prova di esame per gli studenti consiste in una prova orale da cui sia possibile per il docente valutare il grado di comprensione, assimilazione e applicazione degli istituti giuridici approfonditi sempre in ottica critica, nonchè di analisi individuale di un caso giurisprudenziale individuato dal docente in sede di esame e nel rispondere sia a domande ad esso relative (domande soglia - minimo ineludibile) sia ad altre domande del programma. L’esame può essere superato solo nel caso in cui lo studente risponda in maniera sufficiente alle domande soglia.

In entrambi i casi i candidati dovranno dimostrare:

a) il possesso di adeguate conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche esposte o indicate, applicando in maniera pertinente le teorie e i modelli concettuali oggetto del programma;

b) il possesso di adeguate conoscenze e capacità di elaborazione e comunicazione di soluzioni coerenti con le problematiche affrontate nel corso, applicando in maniera pertinente gli strumenti e i modelli concettuali oggetto del programma.

Testi di riferimento

G. Visintini, Cos’ è la responsabilità civile, ESI, Napoli, 2014.

Durante il corso sarà, poi, distribuito materiale didattico di approfondimento relativo a case study.

Materiale didattico aggiuntivo  

 

Italian Tort Law

Course Syllabus

Pre-requisites for the Course:

No prerequisites

ERC Keywords

SH2_8: Legal studies, constitutions, comparative law, human rights

Learning Objectives

The general goal of the course is to familiarize the students with the specific concepts of Italian Tort law within the European framework. The course is aimed at acquiring skills in interpreting and using principles of tort law in order to solve legal cases about private individuals, between public and private entities and Private companies.

Knowledge

To provide knowledge of the principles of Italian tort law for data collection and analysis.

Understanding

To enable the student to understand and make appropriate use of the main law methods used in science, functional to the disciplines which characterize the degree course.

Applying knowledge and understanding

To be able to record events in the Italian law system, as well as understand their effect on principles.

Making judgements

To understand a leading case’s solution through principles of Italian Tort Law analysis.                                                                                                                 

Communication skills

To illustrate the interpretation of the law to the unskilled audience. To be able to expound the relationships between institutes in tort law in the legal system

Learning skills

To be aware on how to improve knowledge in Tort law. In this way it will enable them to acquire the skills necessary to apply the various rules to a case.

Course Description

The course will be focused on Law of torts: general provision of article 2043 c.c. - strict liability vs. negligence  - causation - compensation - damages - joint and several liability - vicarious liability - environmental liability - products liability, taking into account the direct influence of EU’s legislation and the most recent developments in the progressive harmonization and unification process of European private law.

 Topics include:

  1. Remedies: Damages and other remedies
  2. Negligence - Basic Principles: Duty of care Breach of duty Loss, Causation and Remoteness
    Special Situations: Professional Negligence Omissions Nervous Shock Pure Economic Loss Other special situations

4. Tort and persons: Trespass to the person Defamation

5. Tort and products: Product liability

6. Tort and economic interests: The economic torts Passing off

7. Tort and statutory interests: Breach of statutory duty

8. Liability for others: Vicarious liability Concurrent wrongdoing

Teaching methods The module will be taught by a combination of lectures and tutorials. The teacher will use slides during the lesson and shall give some legal cases. Students will be involved in the solution of legal casesusing brainstorming techniques.
Evaluation methods

Oral examination consisting of specific analysis about the most relevant issues of Italian Tort Law and the discussion of case law.

For attending and non attending students, the exam consists of an oral interview aimed at ascertaining the students’ knowledge of the topics of the course, their understanding, the acquisition of appropriate language, the ability to synthesize and rework general principles and rules. In particular:

a) knowledge of the fundamental institutions of tort law and understanding of their general principles;

b) ability to rework principles and rules of tort law and to apply such knowledge to specific cases;

c) ability to communicate effectively and to discuss topics of Italian Tort law with appropriate language.

The evaluation of the oral examination is achieved if the student has a knowledge of the fundamental institutions of tort law and he has ability to discuss topics of Italian tort law with appropriate language and to analyse and to solve a legal problem.

Textbook

G. VISINTINI, Cos’è la responsabilità civile, ESI, Napoli, 2014.

Reading material about case studies will be available during the lessons

   

  

cerca

Sei qui: Home Didattica insegnamenti 16-17 Diritto della Responsabilità Civile - a.a. 16/17