Diritto dei Consumatori - a.a. 16/17

Titolare: Mignozzi Alessia

Programma del corso

Prequisiti e propedeuticità

Non sono previste propedeuticità, né particolari prerequisiti

ERC Keywords

SH2_8: Legal studies, constitutions, comparative law, human rights

Obiettivi del corso

Indicare i risultati di apprendimento attesi come riportati nei seguenti Descrittori di Dublino.

Capacità relative alle discipline:

- Conoscenza e comprensione del lessico giuridico specialistico e degli elementi caratterizzanti la disciplina posta a tutela dei consumatori nell’ordinamento giuridico italiano nella varietà delle sue fonti.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione all’inquadramento dei conflitti tra professionista e consumatore e alla ricerca di soluzioni giuridicamente fondate.

Capacità trasversali

- Autonomia di giudizio: intesa come capacità di collegare le nozioni teoriche − apprese a lezione – alla realtà quotidiana, riconoscendo il ruolo delle regole giuridiche in tema di pubblicità commerciale e di corretta informazione; pratiche commerciali sleali; di sicurezza, qualità e conformità dei prodotti; di credito al consumo e di sovraindebitamento; di contratti di massa; di rimedi e accesso alla giustizia in forma individuale e collettiva; di risoluzione alternativa delle controversie; di ruolo dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, delle associazioni dei consumatori, delle Camere di commercio e di conciliazione, al fine di disciplinare la soluzione dei conflitti.

- Abilità comunicative: si insiste sulla necessità di porre la massima attenzione sull’acquisizione del linguaggio tecnico-giuridico specialistico che va ad aggiungersi a quello di giuridico di base già acquisito nei corsi triennali.

- Capacità di apprendimento: è necessario che lo studente utilizzi tutti gli strumenti didattici messi a sua disposizione – lezioni frontali, manualistica, testi normativi, colloqui con il docente negli orari di ricevimento – al fine di acquisire una corretta metodica di inquadramento giuridico dei fatti della vita reale

Conoscenze e abilità da acquisire

Lo/la studente dovrà:

- conoscere i principali istituti della normativa del diritto europeo e italiano in ordine ai diritti dei consumatori; il corso mira all’acquisizione delle categorie logico/concettuali e degli strumenti ermeneutici su cui fondare non solo la conoscenza dell’ampio ambito della tutela consumeristica ma, più ampiamente, l’organizzazione e l’applicazione pratica del ragionamento giuridico alle relazioni tra professionista e consumatore;

- essere in grado di affrontare e risolvere ipotesi tipiche di conflitto giuridico fra i portatori di interessi contrastanti.

Programma e contenuti dell’insegnamento

L’insegnamento (8 crediti) ha per oggetto la disciplina posta a tutela dei consumatori nell’ordinamento giuridico italiano nella varietà delle sue fonti. Esso si propone di offrire un’approfondita ricostruzione delle politiche di protezione dei consumatori in Europa e in Italia, nell’ottica del perseguimento di un mercato effettivamente concorrenziale. Particolare attenzione sarà, quindi, dedicata alle origini e all’evoluzione della normativa del diritto europeo e italiano in ordine ai diritti dei consumatori; alla disciplina della concorrenza come “bene pubblico”; alle regole in tema di pubblicità commerciale e di corretta informazione; alle pratiche commerciali sleali; alle disposizioni in tema di sicurezza, qualità e conformità dei prodotti; al credito al consumo e al fenomeno del sovraindebitamento; ai contratti di massa; ai rimedi e all’accesso alla giustizia in forma individuale e collettiva; alla risoluzione alternativa delle controversie; al ruolo dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, delle associazioni dei consumatori, delle Camere di commercio e di conciliazione.

Il corso è così articolato

Il diritto dei consumatori: profili introduttivi

I soggetti

I contratti del consumatore in generale

Particolari modalità di contrattazione

Le particolari modalità di conclusione del contratto.

Il diritto di recesso o di revoca.

Il dovere d’informazione

Vendite aggressive e comunicazioni commerciali.

Il commercio elettronico.

La direttiva 2011/83/UE sui i diritti dei consumatori. L’ampliamento del termine del diritto al ripensamento.

I principali contratti del consumo:

- I contratti di credito ai consumatori

- La multiproprietà e i contratti connessi

- I contratti del turismo organizzato.

Il contratto di viaggio nel neonato Codice del Turismo. Responsabilità e disciplina.

Il danno da vacanza rovinata (art. 47 Cod. Turismo).

Il contratto d’albergo. La prenotazione alberghiera.

Il contratto di deposito alberghiero.Responsabilità limitata e illimitata dell’albergatore.

L’overbooking aereo. Regolamento (CE) n°261/2004.

Garanzia legale di conformità e garanzie commerciali per i beni di consumo:

- La garanzia di conformità nelle forniture di beni di consumo

- La garanzia di conformità e le altre garanzie legali

- Le garanzie convenzionali ulteriori.

I rimedi fra tutela individuale, tutela collettiva e tutele alternative:

- Le tutele individuali

La tutela collettiva preventiva: l’azione inibitoria

La conciliazione

- Le tutele collettive

La tutela collettiva risarcitoria. La class action statunitense.

Le forme di tutela collettiva risarcitoria nell’ordinamento italiano:l’azione collettiva risarcitoria.

L’azione di classe. L’art. 140 bis, cod.cons. alla luce del d.l. 24 gennaio 2012, n. 1.

La tutela collettiva risarcitoria del “danno da vacanza rovinata”. La prima sentenza di accoglimento dell’azione di classe in tale ambito.

-Le tutele alternative.


Metodologie didattiche

(organizzazione della didattica)

Il corso di Diritto dei consumatori consta di 56 ore di didattica frontale tenute dal Docente e si basa sulla seguente articolazione:

-Le lezioni, di 2 ore ciascuna, sono partecipate ed articolate con il coinvolgimento degli studenti; gli studenti, infatti, sono invitati a partecipare alla discussione con autonomia di giudizio, esprimendo idee, formulando domande, presentando esempi. La suddetta modalità è da preferirsi dal punto di vista didattico perché impegna lo studente attivamente sin dalla partecipazione alla lezione frontale, stimolando l’interazione e la riflessione.

-Testimonianze applicative: imprenditori, manager, rappresentanti istituzionali, docenti universitari, professionisti di consolidata esperienza, sono invitati a partecipare come relatori ospiti alla lezione, per approfondire, grazie alle loro esperienze professionali, specifici argomenti del corso e/o casi giurisprudenziali;

-Simulazioni, gruppi di lavoro e case study: gli studenti sono divisi in gruppi e affrontano un case study, sotto forma di testo consegnato dal docente, nel quale sono illustrate alcune situazioni “critiche” esemplificative delle tematiche oggetto del corso;

gli studenti in gruppo elaborano, simulando un intervento professionale e/o consulenziale, una presentazione esplicativa nella quale, individuano gli istituti giuridici di riferimento e li applicano, esponendo, poi, l’analisi giuridica effettuata e le soluzioni proposte.

-Presentazioni ed esposizione in aula: alcuni dei gruppi presentano in aula il lavoro svolto e sviluppano, con il coordinamento del docente, una discussione e un confronto fra le diverse ipotesi. Particolare enfasi viene dedicata alla coerenza fra contenuti esposti e abilità comunicative.

-Studio individuale: agli studenti sono suggeriti alcuni libri di testo e siti web giuridici, funzionali allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento.

Tali attività si svolgeranno secondo le modalità e il calendario che verranno comunicati dal Docente durante il Corso, nonchè sul sito web del docente.

Gli studenti sono seguiti individualmente nella preparazione dell’esame mediante l’attività di tutoraggio che si svolge durante l’intero anno accademico.

 
Metodi di valutazione

La prova di esame per gli studenti consiste in una prova orale da cui sia possibile per il docente valutare il grado di comprensione, assimilazione e applicazione degli istituti giuridici approfonditi sempre in ottica critica, nonchè di analisi individuale di un caso giurisprudenziale individuato dal docente in sede di esame e nel rispondere sia a domande ad esso relative (domande soglia - minimo ineludibile) sia ad altre domande del programma. L’esame può essere superato solo nel caso in cui lo studente risponda in maniera sufficiente alle domande soglia.

In entrambi i casi i candidati dovranno dimostrare:

a) il possesso di adeguate conoscenze e capacità di comprensione delle problematiche esposte o indicate, applicando in maniera pertinente le teorie e i modelli concettuali oggetto del programma;

b) il possesso di adeguate conoscenze e capacità di elaborazione e comunicazione di soluzioni coerenti con le problematiche affrontate nel corso, applicando in maniera pertinente gli strumenti e i modelli concettuali oggetto del programma.

Modalità di svolgimento dell’esame:

Colloquio orale volto ad accertare la conoscenza degli argomenti del programma e l’adeguata comprensione della materia.

Testi di riferimento

G. RECINTO, L. MEZZASOMA e S. CHERTI (a cura di), Diritti e tutele dei consumatori, ESI, Napoli, 2014.

Inoltre, in virtù della continua evoluzione della materia, il materiale di aggiornamento e approfondimento sarà distribuito durante le lezioni.

Tesi di laurea

Tutti gli istituti giuridici affrontati nel corso si prestano alla redazione di tesi di laurea, i cui argomenti specifici verranno concordati con il docente, sulla base delle preferenze espresse dal/la candidato/a.

Note

Per ogni dubbio o incomprensione gli studenti sono vivamente invitati a utilizzare le ore di ricevimento del docente, al quale è altresì possibile in ogni momento rivolgersi, per gli stessi fini, utilizzando l’indirizzo di posta elettronica.

Materiale didattico aggiuntivo  
 Course Syllabus
Pre-requisites for the Course:

No prerequisites

ERC Keywords

SH2_8: Legal studies, constitutions, comparative law, human rights

Learning Objectives

The general goal of the course is to familiarize the students with the specific concepts of Italian Consumer law within the European framework. The course is aimed at acquiring skills in interpreting and using principles of European and Italian Consumer law in order to solve legal cases about b2c contracts.

Course Description

The course will be focused on Consumer Law. It intends to give students an overview of consumer protection policies in Eu and in Italy. Principles and instruments for governing consumer protection in the Italian legal system, as well as a sample of the relationship between public system and consumers. With particular attention to the relationship between the consumer protection policies and competition protection.

Topics include:

  1. Introduction to Communitarian consumer Law.
  2. The Consumer Code: fundamental rights and the consumer right to education and information, unfair commercial practises and misleading advertising;
  3. consumer contracts and distance contracts;
  4. the sale as laid down in the Civil Code and the rules of the sale of consumer goods;
  5. package travel, package holidays and package tours
  6. consumers associations right of action and standing to sue;
  7. the class action.
  8. ADR
Teaching methods The module will be taught by a combination of lectures and tutorials. The teacher will use slides during the lesson and shall give some legal cases. Students will be involved in the solution of legal casesusing brainstorming techniques.
Evaluation methods Oral examination
Textbook

G. RECINTO, L. MEZZASOMA e S. CHERTI (a cura di), Diritti e tutele dei consumatori, ESI, Napoli, 2014.

Reading material will be available during the lessons

Other learning sources

Consumer Italian code: Italian version

Other teaching material  

   

  

cerca

Sei qui: Home Didattica insegnamenti 16-17 Diritto dei Consumatori - a.a. 16/17